Vacanze a Parigi: hotel, voli aerei, informazioni


Visualizzazione ingrandita della mappa

Parigi fu abitata continuamente fin dalla preistoria e il popolo dei Parisii - ai quali la città deve il suo attuale nome - si stabilì sull'odierna Ile de la-Cité intorno al III secolo a.C.

Dopo la conquista romana intorno all'lle de la Cité sorse una nuova città, raccolta tutta sulla riva sinistra, lungo le pendici della collina di Sainte¬Geneviève; l'isola fu forse il centro amministrativo e religioso dell'insediamento. Nel IV secolo d.C la città, che prese il nome di Civitas Parisiorum, acquisì una ragguardevole importanza strategica, in quanto servì da retrovia per le truppe che dovevano difendere la frontiera del Reno dalle invasioni dei barbari.

Nel V secolo, prima gli Unni e poi i Franchi occuparono la Gallio occupandola. Nel 508 il re franco Clodoveo fissò a Parigi la capitale del suo regno e fece innalzare la chiesa dei Ss. Apostoli Pietro e Paolo, sulla sommità dell'attuale collina di Sainte-Geneviève: vi fu sepolto insieme alle reliquie di santa Genoveffa, la patrona di Parigi, e la chiesa divenne l'abbazia di Sainte-Geneviève, dietro l'odierno Panthéon.

Durante il regno merovingio la città conobbe un periodo di prestigio politico e prosperità economica, fino a quando le lotte interne non accompagnarono a un periodo travagliato, in cui il potere fu sostanzialmente assunto dai maestri di palazzo, che all'inizio dell'VIII secolo fondarono una nuova dinastia, quella dei Carolingi, sotto i quali Parigi cominciò a perdere velocemente rilevanza dal punto di vista politico ed economico: la realizzazione del Sacro Romano Impero da parte di Carlo Magno implicò la nascita di due nuove capitali politiche, Roma e Aquisgrana, che di fatto levarono a Parigi quel ruolo centrale che aveva fino ad allora occupato.

All'inizio dell'XI secolo file de la Cité era fittamente costruita tra il palazzo reale a ovest e la cattedrale a est, mentre la città iniziava la propria espansione sulla riva destra, in particolare intorno al port de Grève, sull'ansa del fiume che oggi scorre di fronte all'Hòtel de Ville. Si sviluppò così un quartiere mercantile molto fiorente, che nel corso del XII secolo iniziò a ingrandire verso i terreni coltivati chiamati Champeaux, dove manifestavano le Halles; vi nacque così un nuovo quartiere molto attivo dal punto di vista commerciale, di cui l'odierna rue Saint¬Denis divenne l'asse fondamentale.

LLe de la Citè e LLe St-Louis
Iniziare la visita della capitale francese dall'Ile de la Cité significa risalire allegoricamente alle origini della città, perché fu sull'isola che si sviluppò il primo abitato celtico, fondato dalla tribù dei Parisii. Di quel lontano passato non resta alcuna traccia, così come nulla dimostra la Lutetia romana; i grandi lavori urbanistici portati durante il Secondo Impero, sotto la direzione del barone Haussmann, hanno anche eliminato l'irregolare reticolo viario che si svolgeva davanti alla cattedrale di Notre-Dame, ancora riscontrabile nell'lle St-Louis, simile sotto il profilo urbanistico al vicino quartiere del Marais. La presenza del Palazzo di Giustizia, della Prefettura, di un grande ospedale e del Tribunale del Commercio hanno invece alterato la Cité in un caotico quartiere amministrativo, con la sola oasi di relativa pace offerto dol mercato dei fiori in piace Louis-Lépine, l'unico di Parigi. Sono sufficienti un paio d'ore per fare il tragitto pedonale tra i monumenti presentati, a iniziare dal Palais de Justice, di fronte al quale si trova il sopraccitato mercato dei fiori, fino a piace St.Michel, sulla rive gauche.
Palais de Justice
II complesso, che occupa gran parte della zona occidentale dell'isola, contiene il Palazzo di Giustizia vero e proprio, la Conciergerie e la Ste­Chapelle. Del castello medievale, fino al 1358 residenza della Corte, si sono mantenute la Ste-Chapelle e, a nord, la tour de I'Horloge, insieme alle circolari tour César, tour d'Argent e tour Bonbec; il resto del palazzo documenta gli interventi di allargamento e ristrutturazione seguiti agli incendi del XVII e del XVIII secolo.
L'ingresso maggiore prospetta sulla corte di Maggio, dove un cancello di ferro battuto separa la corte dalla strada; la grande facciata a colonne doriche, anticipata da una scalinata, fu costruita nel 1786 da Pierre Desmaisons e Jacques Antoine. Particolare attenzione meritano la Balle des Pas-Perdus e la Chambre Dorée, dove furono condannati molti personaggi noti, tra cui Maria Antonietta.
Ste-Chapelle
Fu innalzata nel 1242, forse da Pierre de Montreuil, per accogliere le reliquie della Passione riunite da Luigi IX, ma l'esposizione dei frammenti della croce e della corona di spine avveniva soltanto in occasioni particolari. La guglia, rivestita di piombo, è stata rimaneggiata nel 1857. Dietro la facciata, com-posta da due portici sovrapposti, si aprono due cappelle sovrapposte. La cappella inferiore, destinata al personale di servizio, è stata faticosamente restaurata nell'800, e ne testimoniano l'aspetto originario soltanto le pietre tombali del pavimento.
AI piano superiore, la cappella mantenuta alla famiglia reale e ai grandi ufficiali è illuminata da grandi finestre, la cui apertura si rese possibile introducendo rinforzi di metallo nella muratura delle volte. Il programma iconografico delle vetrate riprende i racconti dell'Antico Testamento, confermando anche la sovranità dei re di Francia e la sacralità della monarchia
Conciergerie
Sotto Carlo V fu la sede del Parlamento e della Cancelleria, quindi divenne la prima prigione di Parigi, rimanendo tale fino alla fine della Rivoluzione. La trecentesca sulle des Gardes era l'anticamera del Parlamento, collocato al piano superiore.
L'attigua Balle des Gens d'Armes, innalzata nel 1301-1315, veniva usata come refettorio dalle persone al servizio del re: le quattro navate della sala sono divise da 69 colonne; due camini per lato ne decorano le pareti. In fondo una scala a chiocciola, rifatta nell'800, porta alle cucine, innalzate nel 1350. Si arrivano poi le prigioni, dove è stata fedelmente restaurata la cella di Maria Antonietta.
Piace Dauphine
La pianta triangolare, il fondo in terra battuta, un'ottima libreria, alcuni ristoranti e le gallerie d'arte la rendono una tra le piazze più attraenti della città. Innalzata da Enrico IV nel 1607 in onore del delfino, futuro Luigi XIII, si sviluppa dove un tempo si, trovavano tre isolotti circondati da canneti, in parte utilizzati come basi del Pont Pont Neuf. Molto amato dai pittori  è a dispetto del nome quello originario, innalzato tra il 1578 e il 1607. I marciapiedi concedevano ai pedoni di passeggiare al riparo dal fango della strada e dai cavalieri; gli spiazzi semicircolari erano sfruttati da venditori ambulanti, saltimbanchi e perfino dentisti. Al centro, dietro la statua di Enrico IV, una scala scende allo square du Vert-Galant, dal quale si gode una bella vista sulla Senno.
Piace du Parvis-Notre-Dame
Prima della regolarizzazione ottocentesca, lo spazio di fronte alla Cattedrale era solcato da tortuose viuzze cui guardavano palazzi borghesi, chiese medievali, piccole osterie. Oggi la piazza è il centro della Cité e di Parigi, non soltanto in senso simbolico: è infatti da qui che si misurano le distanze delle strade nazionali, come ricorda la placca in bronzo sul selciato.
Notre•Dame
Visita: ore 8-19; sabato e domenica, ore 8-12.30 e 14-19. La domenica è proibito l'accesso durante la celebrazione delle messe 10, 11.30, 12.30. Torri: dall'l/4 al 15/9, ore 9,30­18.30; dal 16/19 al 31/3, ore 9.30-18.
La cattedrale parigina è una tra le più belle costruzioni gotiche del Paese: l'armonia delle proporzioni lascerebbe intendere che sia stata eretta da un solo artista, mentre è il frutto di successivi cambiamenti avvenuti dall'inizio dei lavori (1163). Nella seconda metà del '200 jean de Chelles e Pierre de Montreuil aggiunsero le cappelle e il transetto con i meravigliosi rosoni; tra il 1296 e il 1325 Jean Ravy ultimò le cappelle nord e costruì gli archi aggettanti dell'abside.
Il XVIII secolo vide la parziale distruzione del portale centrale, per concedere il passaggio degli apparati processionali; nell'800 Eugène-Emmanuel Viollet-le-Duc, restaurò l'abside e la guglia, ricoperta di piombo, ricollocando nuove statue sopra i tre portali al posto di quelle distrutte durante la Rivoluzione.
Sulla facciata, dominata da due torri alte 69 m, il portale destro del XII secolo, vede la Vergine rappresentata in trono e, nel fregio inferiore, scene della vita della Madonna e di S. Anna con re e profeti ai lati. I portali sinistro e quello centrale, con sculture più monumentali e manierate, sono duecenteschi.
L'interno presenta pianta a cinque navate, ripartite da colonne che reggono i pilastri delle volte; sette cappelle per lato fiancheggiano le due navate laterali, altre 15 si suddividono attorno all'abside. Particolare riguardo meritano i due rosoni del transetto, tra i più belli della città, e inoltre le magnifiche boiseries nel coro e le statue di Luigi XIII e Luigi XIV ai lati dell'altare maggiore, dovute rispettivamente a Guillaume Coustou e Antoine Coyse-vox (XVIII secolo).
Musée de Notre-Dame
Il museo contiene una collezione di stampe che rappresentano prima degli interventi ottocenteschi. Alcuni dipinti settecenteschi illustrano eventi rilevanti celebrati in cattedrale. Dopo aver percorso per intero la rue du Cloître-Notre-Dame si passa il pont St-Louis per arrivare file St-Louis.
Hotel de Lauzun
Costruito nel 1657 per un mercante d’armi, forse da Louis Le Vau, è dal 1928 proprietà o della Città di Parigi, che vi accoglie personalità
di rilievo. L'interno mantiene buona parte delle boiseries e dei soffitti dell'epoca, oltre a una serie di quadri e di stampe dell'isola.
St-Louis-en-I'lle
Abitava sull'isola Louis Le Vau, costruttore di questa chiesa riconoscibile da lontano grazie all'orologio, aggiunto nel 1741. Dietro il portale laterale in quercia scolpita, l'interno nasconde uno dei migliori esempi di decorazione barocca del '600. Tra le tante opere d'arte del secolo seguente, spicca un dipinto di Charles-André Van Loo, collocato nella navata laterale sinistra.

 

Parigi:

Architettura di Parigi
Il luogo fu abitato continuamente fin dalla preistoria e il popolo dei Parisii - ai quali la città deve il suo attuale nome - si stabilì sull'odierna Ile de la-Cité intorno al III secolo a.C. Dopo la conquista romana intorno all'lle de la Cit...

Birre, vino, liquori
Un ruolo decisamente degno di nota è rivestito in Francia anche dalle brasserie, nella traduzione italiana "fabbriche di birra". E non solo birra alla spina da sorseggiare in questi locali caratteristici, ma anche una estesa scelta delle pietanze...

Bois
I Bois vennero conseguiti nella seconda parte dell'800 su terreni già adoperati da re e nobili per le loro battute di caccia. II motivo per cui Napoleone III si usò tanto nella costruzione di aree verdi non è da ricercare solo in ragioni raffinatam...

Centre National des Industries
Arrivati quasi alla fine del lungo percorso, lo sguardo non sale più verso il cielo per superare i grattacieli, ma scivola spontaneamente sulla bianca copertura del Centre National des Industries et des Techniques, inconsueto edificio innalzato tra il 1957 e il ...

Champs Elysees
Les Champs-Elysèes offre una tra gli sfondi più scenografici del mondo il viale tracciato da piace de la Concorde a I'Etoile, che si prolunga con nomi diversi fino alla Dé fense, per una lunghezza complessiva di 7 km. La sua inaugurazione si deve a...

Cinema. teatro, Opera, eventi
Parigi offre grandi occasione per quanto riguarda la vita culturale e raffigura da sempre un sicuro punto di legame per gli intellettuali, attratti dalle innumerevoli possibilità di espressione che la città da sempre offre. Le ragioni sono da ricercare ne...

Gastronomia
La Haute Cuisine, e la più recente Nouvelle Cuisine, hanno reso la gastronomia francesecelebre nel mondo. La capitale, da sempre regina in campo gastronomico, è forse l'unico luogomondo con un così grande ventaglio di locali e offerte gastronomiche. ...

Grands Boulevards
Seguendo il tracciato della cinta murava di Carlo V, questi viali alberati - oggetto tra il1998 e il 2001 di un attento restauro - separano il centro storico dai faubourg le strade tracciate nel XIV secolo al di fuori delle porte cittadine, lambendo quartieri assa...

Hotel Parigi
Offerte di hotel e alberghi a Parigi. ...

Il Marais
Il Marai, ossia "palude", a ricordare gli acquitrini che un tempo invadevano l'area del quartiere compreso tra l'Hotel de Ville, piace de la Bastille, piace de la République e la riva destra della Senna. La concretizzazione delle Halles e del Beaubourg...

La rive droit
Fino alla Rivoluzione i quartieri sulla sponda destra della Senna venivano chiamati"Ville", per differenziare Ball"'Université" sulla rive gauche. Denominazioni che rimandano la contrapposizione tra due entità da sempre esaminate antit...

La rive gouche
È stata la Parigi delle grandi confraternite religiose, nel medioevo così potenti da godere di rilevante autonomia rispetto all'amministrazione cittadina. È stata la Parigi della Sorbona, punto di riferimento per professori e studenti originari da ...

Le Defens
Una piattaforma lunga più di un chilometro, che corre tra i grattacieli dal ponte di Neuilly alla Grande Arche, ricoperta di fontane, colossali sculture e verdi platani, con oltre 26 000 posti auto e il centro commerciale più grande d'Europa Nessun dubbio che la Défense rap...

Montmartre
Tra i nuclei contigui a Parigi nel 1860, Montmartre è quello che, sebbene l'odiernamassiccia presenza turistica, più ha mantenuto la propria fisionomia divenendo così uno tra i quartieri più attraenti e particolari della capitale francese. P...

Musei
Le tre istituzioni (Louvre, del Musée d'Orsay e del licaubourg) riuniscono in fatti uno straordinario insieme di arte occidentale, che dalla preistoria arriva fino all'epoca contemporanea: il Louvreconserva nei suoi dipartimenti opere d'arte del Vicino Oriente e...

Parchi e giardini
I parchi e i giardini all'interno della città storica sono da sempre non solo luogo di passeggio e di svago, ma anche di incontro e confronto parti sociali diverse e avanguardie artistiche, come traspare dalle opere di Seurat e Manet In molte aree verdi è...

Quartieri settentrionali
PARC DE LA VILLETTE Dove: compreso fra Boulevard Sèrurier e il canale di St-Denis. Come arrivare: Mètro 7, fermata Porte de la Villette, oppure Mètro 5 fermata Port de Pantin. Orario: aperto tutti i giorni 24 ore su 24....

Ristoranti
Restauranti, (classici di tendenza oetnici) brasserie, bistrot fast-food (in francese restaurantion rapide), Boulangerie e creperie. Non c’è che l’imbarozzo della scelta. I prezzi sono obbligatoriamente esposti all'esterno dei locale, tutti i menu pr...

Shopping
Parigi è da sempre valutata una delle capitali europee della moda, un luogo dove classe ed raffinatezza sono di casa. Lo stile e il gusto francese condizionano da sempre donne e uomini di tutti i continenti, richiamati dalla raffinatezza dei suoi stilisti. Ma qu...

St. Denis
Ugualmente ad altre città della cintura parigina, St-Denis presenta due volti, l'uno antico e l'altro quanto di più moderno. II primo è associato alla bellissima basilica con le tombe dei reali di Francia: una tradizione risalente al sovrano merovi...

St. Germain en Laye
Circondato da foreste e bagnata dalla Senna, questa località offre ai vísitaton la calma dei boschi e l’attrazione di un centro ricco di arte e storia. Nel parco, disegnato da Le Nótre, oltre a una brillante passeggiata si può godere a...

Tour Eiffel
Ai piedi della Tour Ei f fel, simbolo per antonomasia di Parigi, si stende uno tra i quartieri più indicativi della ville lumiére, originale espressione borghese della capitale francese. L'uniformità stilistica, l'ampiezza delle strade e la conform...

Trocadero
Il I6° arrondissement non vanta origini antiche come altre zone della capitale francese, ma è stato un eccezionale terreno di prova per nuovi stili architettonici. Come laboratorio di sperimentazione prima dell'Art Nouveau e in seguito del movimento moderno,...

Versailles
Prima dell'arrivo di Luigi XIV, era un piccolo villaggio, in mezzo a una grande foresta da secoli riserva di caccia dei re. Grandissimi lavori di bonifica e terrazzamenti permisero di costruirvi un palazzo tra i più grandi e celebri al mondo. II borgo si in...

Viaggio in battello
Un viaggio in battello lungo le acque della maestosa Senno, vedendo i monumenti da una prospettiva inconsueta, ricca di suggestioni e di sorprese. Lasciandosi cullare dai lenti movimenti del bateau mouche, l'arte sfila in passerell...

Voli Parigi
Offerte voli low cost e biglietti economici per/da Parigi: Tariffe di Biglietti Aerei per Parigi. Voli: Parigi: Inserisci le date una volta sola e TripAdvisor consulterÓ vari siti per trovare le migliori tariffe aeree per Parigi. ...

Offerte viaggio e vacanze nelle citta' di Firenze (hotel, alberghi, ristoranti, agriturismo ...), di Parigi,  di Roma e di Venezia. Vacanze nei parchi di montagna del Lazio.